Gabriele Fortino

Il Tarocco Messicano "Taotl"

 

E' un mazzo pubblicato dalla casa torinese Viassone (ormai fallita) negli anni '70, molto colorato e particolare.

Taotl in lingua azteca significa "Dio", quindi il Taotl Ŕ "Il gioco degli dei"

ParticolaritÓ principale di questo mazzo Ŕ di essere composto da 5 semi, infatti oltre ai tradizionali Fiori, Cuori, Picche e Quadri abbiamo la serie dei "Totem", di colore giallo.

Inoltre sono presenti anche 4 carte "Chipetl", di colore verde, completamente uguali, 1 carta Dio Rosso "Quetzalcoatl", 1 carta Dio Nero "Tezcatlipoca" ed infine 1 carta taotl "Huitzilopochtli" che Ŕ l'atout massimo.

Rispetto ai tradizionali mazzi di carte l'Asso Ŕ sostituito dal numero 1, e le tre carte di corte Fante, Regina e Re recano il nome di divinitÓ messicane.

In totale abbiamo quindi 72 carte.

Il libretto allegato alle carte fu scritto dal noto autore  Alfonso Del Bello, e in ben 64 pagine spiega nella prima parte il significato delle carte (che, per quanto riguarda i tradizionali semi Ŕ modellato quasi sempre su quello classico di Etteilla) ed un breve gioco divinatorio, e nella seconda il gioco vero e proprio.

Nelle seguenti tavole abbiamo riprodotto, per ognuno dei 4 semi tradizionali, l'Asso (contraddistinto dal numero 1), e le tre carte di corte. Per il seme dei Totem invece abbiamo riprodotto anche il 2 e il 3. Infine abbiamo riprodotto una delle 4 carte "Chipetl" (che sono tutte simili), il Dio Rosso, il Dio Nero e la carta Taotl.